Il radicchio rosso: una forza della natura che aiuta a stare bene

mer 24.5.2017, 15:26

Un ortaggio dalle grandi proprietà benefiche, utilizzabile in cucina in vari modi, anche per ricette molto raffinate.

Il radicchio (Chicorium Intybus), è un ortaggio che appartiene al gruppo delle cicorie e si raccoglie fresco da fine ottobre fino ai primi giorni di primavera.

Presenti in natura in diverse varietà selvatiche o coltivate, le tipologie di radicchio si dividono essenzialmente in tre grandi gruppi: il radicchio rosso caratterizzato da foglie di color rosso scuro, il variegato, con foglie verde chiaro striate da venature di rosso, e il radicchio bianco.

Il radicchio tipico dell’Isontino ha un sapore gradevolmente amaro e croccante, si presenta di colore rosso intenso con sfumature, indice del suo altissimo contenuto di antociani che, assieme alla presenza di triptofano, apportano benefici al sistema nervoso e riducono l’insonnia e i rischi di malattie all’apparato cardiovascolare rinforzando i capillari.

Del radicchio sono note anche le proprietà antiossidanti in grado di contrastare i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare, oltre a contrastare reumatismi e artrite. Il radicchio è anche un alimento depurativo, diuretico e digestivo, leggermente lassativo grazie al suo contenuto di acqua e fibra, che apporta notevoli benefici all’intestino in caso di problemi digestivi e stitichezza.

Il radicchio ha un bassissimo contenuto calorico e un alto contenuto di vitamina C che contribuisce a rinforzare i vasi sanguigni, la pelle, i muscoli e le ossa. Invece, l’alto contenuto di potassio aiuta il mantenimento dell’omeostasi e riduce la ritenzione idrica. Per questi motivi, da un punto di vista biologico ma anche estetico, il radicchio aiuta a combattere la psoriasi.

Il radicchio rosso è proprio una forza della natura e anche in cucina può essere utilizzato in vari modi. Si può consumare sia crudo che cotto, inoltre si presta alla realizzazione di molte ricette, anche raffinate.